Menu

Nuovo forno a convezione ibrida per la produzione di vetro laminato: massima versatilità nella stratifica del vetro

Il nuovo forno a convezione ibrida per la produzione di vetro laminato, garantisce la massima versatilità durante il processo di stratifica del vetro.

Il nuovo forno di Bovone nasce per incontrare le sfide che le multiformi applicazioni del vetro stratificato mettono davanti agli operatori.

I settori applicativi dell’edilizia, dell’architettura, dell’automotive e dei trasporti in generale, si evolvono costantemente in linea con i trend di un mercato globale sempre più complesso e frenetico. Il vetro stratificato trova largo impiego in questi settori in virtù delle importanti funzionalità in termini di sicurezza e comfort – grazie alle alte capacità di isolamento termico e acustico – oltre al non trascurabile potenziale decorativo.

Specialmente in architettura, la richiesta si sta orientando verso vetri sempre più selettivi: una tipologia di vetro completamente riflettente, che garantisce un ottimale scambio termico – migliore del cemento. Sul versante dei materiali plastici, inoltre, si sta riscontrando un utilizzo sempre più diffuso del Sentry rispetto al PVB.

All’interno del panorama della laminazione del vetro, quindi, una soluzione tecnologica che era altamente performante dieci anni fa, oggi non risponde più agli standard richiesti dal mercato.

Bovone è riconosciuto a livello globale come uno dei principali costruttori di impianti e linee complete per la stratifica del vetro. Da questo posizionamento derivano elevate aspettative in termini di innovazione. Il gruppo industriale di Ovada fa fronte a queste aspettative anno dopo anno, investendo moltissimo nella ricerca, sintonizzando le proprie frequenze con quelle dei mercati di riferimento e investendo continuamente energie per rispondere alle richieste contingenti e anticipare le esigenze future e non ancora manifeste dei propri clienti.

In Bovone si è analizzato attentamente le tendenze del mercato della laminazione: da quest’analisi è nato un forno in grado di servire le esigenze del mercato di oggi e rispondere a quelle del mercato futuribile che si sta orientando verso l’impiego di nuovi materiali. Gli operatori devono poter disporre di una tecnologia altamente versatile in grado di gestire al meglio i diversi materiali e il loro avvicendamento nei diversi cicli produttivi attraverso switch semplici e veloci. Il nuovo forno ibrido di Bovone è questa tecnologia.

Lo stato dell’arte dei forni per la stratifica vede oggi l’impiego alternativo di due principali tecnologie: il sistema a irraggiamento e il sistema di convezione con aria calda forzata. I forni di oggi utilizzano come fonte esclusiva di riscaldamento, però, le lampade per l’irraggiamento, che riscaldano con i loro raggi l’aria, che viene poi forzata all’interno del forno grazie alle ventole interne. Questo crea evidenti deficit di ottimizzazione delle fonti di calore in caso, ad esempio di stratifica di vetri riflettenti.

Con la nuova tecnologia Ibrida di Bovone, il sistema di convezione dell’aria calda, si svincola dall’utilizzo delle lampade: l’aria, infatti, è riscaldata da un sistema di resistenze interno al forno. Il nuovo forno gestisce i materiali integrando due sistemi di riscaldamento completamente indipendenti fra loro, che possono essere combinati uno con l’altro a seconda delle esigenze. I due sistemi, infatti, possono essere gestiti in diverse modalità: il pannello di controllo è molto semplice ed intuitivo e permette di accedere ad un’ampia varietà di settaggi – fra cui la gestione delle singole lampade IR – con molta facilità, garantendo anche a operatori meno esperti ottimi risultati fin da subito.

Oltre all’elevata versatilità, il forno a convezione ibrida per la produzione di vetro laminato garantisce un’ottimizzazione della distribuzione del calore, monitorata dal sofisticato sistema di controllo, per una maggiore uniformità della temperatura del vetro con tolleranze di pochissimi gradi. Grazie ad un’accurata progettazione meccanica, inoltre, le operazioni di manutenzione sono estremamente facilitate e l’eccellente qualità costruttiva garantisce consumi ridotti: è stimato un significativo risparmio energetico rispetto alle altre tecnologie presenti sul mercato.

Il nuovo forno Bovone permette al cliente di dotarsi di un forno che sarà all’avanguardia, per lo meno, per i prossimi dieci anni: il vantaggio competitivo di questo prodotto rispetto a quelli degli altri competitors, è cristallizzato nella compresenza all’interno della stessa macchina di due fonti di riscaldamento differenti e completamente indipendenti, che coprono quindi tutte le esigenze.

BOVONE
GLASS WORKING
Richiedi informazioni

Richiesta informazioni riguardo l'articolo

Iscrivimi alla newsletter
Dichiaro di aver letto e compreso i termini espressi nella Privacy Policy


«